Facciamo chiarezza: Social Media o Social Network?

Il mondo dei Social ha cambiato nettamente le nostre vite e tante piccole abitudini reali sono state sostituite da pratiche online: l’utente sta diventando sempre più dipendente dai propri account ed i numeri dietro questi fenomeni non sembrano suggerire che si tratti di una semplice moda.

Nonostante questo, siamo sicuri di sapere di che cosa stiamo parlando? Facebook, Twitter e Instagram sono Social Media, Social Network, o rientrano in entrambe le categorie? Facciamo chiarezza con questi due termini molto diversi tra loro.

social-media-marketing-imageLa “rete sociale” (Social Network) nasce come concetto teorico usato per descrivere le relazioni tra individui, gruppi e organizzazioni. Oggi quando si parla di “Social Network” si pensa immediatamente al web 2.0, ma in realtà esso rappresenta un concetto molto più antico e concreto: basti pensare ai sindacati, alle comunità religiose, ai tifosi: gruppi di persone, non necessariamente amici, ma uniti per una stessa causa o da uno stesso interesse.

I Social Network rappresentano, quindi, un reticolo (network) di persone, gruppi, entità socialmente rilevanti e unite tra loro per via di una o più relazioni (di parentela, amicizia) o interessi di varia natura (esperienze e hobby condivisi), che decidono di interagire e costruire una community, generando flussi di scambio di informazione, risorse e influenza tra i membri del network intorno, appunto, agli interessi che hanno da condividere.

Per quanto riguarda i Social Media, una delle definizioni più chiare e condivise è quella di Kaplan e Haenlein: “con Social Media si intende un gruppo di applicazioni Internet-based costruite sulle fondamenta ideologiche e tecnologiche del Web 2.0, che permettono la creazione e lo scambio di contenuti generati dagli utenti”Social Media (plurale di “medium”, che in latino significa “mezzo, strumento”) intesi come un modo ed un veicolo per condividere contenuti con un vasto pubblico. Essi sono “strumenti online per la comunicazione, la trasmissione, la collaborazione ed il mantenimento di relazioni tra reti interconnesse e interdipendenti di persone online, comunità e organizzazioni, migliorati e potenziati da funzionalità tecnologiche e dalla mobilità” (Tuten T., Solomon M. – “Social Media Marketing”). Quindi:

Social Network –> persone,

Social Media –> strumenti.

I siti di Social Networking (tra cui Facebook ad esempio) si possono definire come parte di una delle macrocategorie dei Social Media.

Tra le varie definizioni si può notare come venga enfatizzato il ruolo degli utenti, i quali diventano protagonisti e spesso il punto di partenza nelle comunicazioni, essendo loro stessi creatori di contenuti e consentendo la diffusione all’interno di queste piattaforme, diversamente dai media tradizionali, dove fungono unicamente da fruitori senza possibilità di interazione.

2 commenti su “Facciamo chiarezza: Social Media o Social Network?

  • Buona cosa aver sollevato la questione della distinzione social media vs social network, grazie Andrea.
    Le definizioni cui ti riferisci sono tra le più autorevoli e certo corrette. Sono un po’ per addetti ai lavori però, no? Proviamo a sciogliere? In un’ottica di ‘reti social’ il primo social media è il sito web, che rappresenta la casa di un brand in rete. Da questa casa partono sentieri, stradine, strade e altro, magari anche vie d’acqua e aeree o persino tunnel! 😉 Dunque cosa sono i social media o meglio che forme assumono? Eccole (forse non tutte!): blog e microblog, forum e message board, social network (intesi come ‘social networking platform’, diciamo per capirci Facebook anche se è diventato molto di più), wikis, virtual world, social bookmarking, tagging e news, writing communities, digital storytelling e scrapbooking site, 
oltre che data, content, image and video sharing, podcast portal, crowd e collective intelligence, gaming community, MOOC (anche nella versione bMOOC o blended MOOC), realtà immersive.
    In sostanza, il concetto di social media supera quello di ‘piattaforme internet-based’ e si estende tutto intorno a ogni persona e brand, che ne è co-protagonista.
    Spero sia utile, sempre aperto a nuove idee.
    Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.